Questa mattina in sala delle colonne del Comune, alla presenza del segretario nazionale dell’associazione Psm (Partecipazione e spiritualità musulmana), Abdellah Labdidi, di Brahim Baya, Portavoce dell’Associazione Islamica delle Alpi e dell’assessora Monica Cerutti è stata presentata l’edizione 2017 del convegno Partecipazione & Spiritualità Musulmana dal titolo Islam e Rinnovamento etica e spiritualità.

“Si tratta di un’occasione – ha affermato Marco Giusta, assessore all’Integrazione del Comune di Torino per diffondere i valori della conoscenza reciproca e sottolineare l’importanza dell’interculturalità.  Torino è da tempo capofila di questo ragionamento, in particolare con il Patto firmato il 9 febbraio 2016 tra il comune e i centri islamici torinesi che definisce un tavolo di coordinamento permanente con le comunità religiose, i luoghi di culto islamici e la Città; uno spazio informativo da collocarsi all’interno di Centri Islamici e luoghi di culto; la Giornata Europea ‘Moschea aperta, spazio per tutti’, che la Città di Torino vuole diffondere in Italia e in tutta Europa. Torino è una città aperta al confronto, una comunità che fa delle differenze la sua ricchezza. In questa dimensione l’Amministrazione comunale, assumendo quindi un approccio ‘laico e non laicista’, si impegna ad assicurare a tutte le comunità l’opportunità di esprimere i propri valori religiosi, nella convinzione che la spiritualità sia una componente distintiva di ogni essere umano e il riconoscimento della stessa azione imprescindibile nella costruzione di percorsi di cittadinanza attiva.”

Published by admin