I motivi per scegliere una fidanzata dell’est (e perché no un fidanzato dell’est)…  potrebbero essere gli stessi motivi che ci guidano nella scelta di qualunque partner, ossia, nel caso di un legame di coppia, la voglia di costruire una relazione basata sul rispetto, il consenso reciproco e la libera scelta delle persone coinvolte. Ogni persona racchiude in sè molte caratteristiche, e tutte assieme esse non costituiscono l’interezza della stessa. E spesso le strade che percorriamo sono ben diverse dalle nostre aspettative (ho sempre trovato molto saggio il motto “ci si conosce per i pregi e ci si innamora per i difetti”).

L’episodio verificatosi a Parliamone Sabato sulle reti Rai non è altro che uno dei tantissimi esempi di femminicidio che ancora ricoprono la nostra stampa e i nostri programmi televisivi. Un episodio che oltre a rafforzare l’atteggiamento sessista del nostro sistema sociale, ne sottolinea anche l’impianto fortemente razzista. Ci siamo indignat* in tanti e tante di fronte alla lista di motivi per cui una “ragazza dell’est” sarebbe una fidanzata perfetta e abbiamo fatto bene. Vorrei però ricordare che questo è solo un esempio più eclatante di tanti altri che contribuiscono a creare un immaginario sessista e violento nei confronti delle donne attraverso le pubblicità, i programmi per famiglie e perfino la settimana enigmistica. Se dobbiamo e sappiamo indignarci, cominciamo quindi dalle piccole cose, da quelle che molt* non vedono o non vogliono vedere. Smettiamo di renderci complici e pretendiamo delle narrazioni che guardino al rispetto e alla dignità delle persone e non alla loro trasformazione in oggetti e merci di scambio.

In uno degli interventi fatti già da assessore ho provato a spiegare a dei ragazzi e ragazze come funziona la piramide della violenza. Mi sembra l’esempio più chiaro che possa essere fatto per costruire assieme una consapevolezza di genere.

Published by admin